in:

E’ il giorno delle meritate vacanze per oltre 70mila studenti modenesi. Oggi, infatti, dalle elementari alle superiori è suonata l’ultima campanella. Rientro in classe già previsto per il 14 settembre. L’esame di maturità, invece, inizierà il 22 giugno. E la Regione annuncia “Presto una nuova legge per poter investire di più sulla scuola”.

L’ultima campanella è suonata, come sempre, in ordine sparso, ma l’effetto per oltre 70mila studenti modenesi, dalle elementari alle superiori, è lo stesso: l’inizio delle meritate vacanze, dopo 200 giorni di fatiche sui libri. Festa grande, con tanto di gavettoni al Parco Ferrari e per le vie del centro, e qualche lacrima per salutare insegnanti e compagni con cui si è condiviso un pezzo importante della propria strada. Il futuro è già scritto: le lezioni ricominceranno martedì 14 settembre per terminare l’11 giugno 2011, ma oggi c’è tempo solo per lo svago e per i sogni di una calda estate. Non per i più grandi, attesi dalla maturità, che comincerà il 22 giugno con la prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi. Gli spauracchi si chiamano greco al classico e matematica allo scientifico, materie della seconda prova il 23, quindi meglio stare a testa china sui libri ancora per un po’. Ci sarà tempo per recuperare. Chi, invece, sembra avere molta fretta è il nuovo assessore regionale all’istruzione, Patrizio Bianchi, che in concomitanza con l’ultimo giorno di scuola ha annunciato l’avvio del percorso per dare all’Emilia Romagna una nuova legge sulle autonomie scolastiche e formative. Obiettivo: ottenere la completa gestione del sistema scolastico, per poter aumentare le risorse a disposizione a fronte dei tagli del Governo, anche se organici, programmi, concorsi e mobilità degli insegnanti restano di competenza dello Stato come stabilito dalla Costituzione.


Riproduzione riservata © 2017 TRC