in:

Domani, 2 giugno, è la festa della Repubblica. Tante le iniziative istituzionali, organizzate tra Modena e provincia, per celebrare la ricorrenza. E lo spettacolo di Paolo Rossi

Come da tradizione, domani, 2 giugno, la prefettura celebra la festa della Repubblica, 64esimo anniversario. Si inizia alle 9.30 con il concerto in centro della banda cittadina, alle 10 l’alzabandiera, di fronte alla sede di rappresentanza della prefettura, in corso Canalgrande 30. A seguire, alla chiesa della Fondazione San Carlo, consegna di onorificenze: diplomi di cavaliere, diplomi di ufficiale, di commendatore e di grand’ufficiale, oltre a 46 medaglie concesse dal presidente della Repubblica ad ex internati. Dalle 10.30 alle 13 il palazzo del Principe foresto sarà aperto al pubblico. Aperti, domani, anche i musei di Modena, quello della bilancia di Campogalliano e terramara di Montale, con laboratori per bambini. L’ingresso è gratuito. A Carpi le celebrazioni iniziano con la deposizione di una corona, alle 9.45, a palazzo Scacchetti. Alle 10 in piazza Martiri discorso ufficiale, con il deputato Pierluigi Castagnetti. Alle 11 in Comune presentazione del libro su Ermanno Gorrieri, visite guidate infine all’ex campo di Fossoli. A Sassuolo si festeggia con la musica, alle 11 c’è la banda cittadina e dalle 20.30 concerto in piazza Garibaldi. A Casinalbo festa al parco dalle 16, a San Possidonio raduno per le Vespe. Nell’occasione il presidente del consiglio provinciale, Demos Malavasi, ricorda che le istituzioni hanno bisogno di riforme, nel nome della Costituzione, per riconquistare la fiducia dei cittadini in questo momento di crisi generale. Paolo RossiCelebrare la festa della Repubblica assieme al più grande costituzionalista vivente non è da tutti. E invece mercoledì in piazza XX settembre lui ci sarà: Paolo Rossi, comico, una volta. Ora tante altre cose: da attore mi dedico ormai solo ai classici, disse qualche tempo fa, e la Costituzione Italiana è tra questi. Il commento di Rossi alla costituzione è il piatto d’apertura dell’iniziativa del Comune di Modena per il 2 giugno, con inizio alle ore 18. A seguire, il concerto di Cisco Bellotti, Giovanni Rubbiani e Alberto Cottica: tre pezzi di storia dei Modena City Ramblers, che ripartono da un loro classico, la canzone “Quarant’anni”, per parlare di ciò che in questi anni non è cambiato


Riproduzione riservata © 2017 TRC