in:

Nuovi classi a tempo pieno alle elementari garantite solo a Modena e Sassuolo. Contro i nuovi tagli all’organico dei docenti si mobilita la Cgil. Stamattina, i rappresentanti sindacali hanno dato vita ad un volantinaggio davanti alle direzioni didattiche.

Cinquanta richieste di nuove classi a tempo pieno alle elementari nel modenese, ma nel prossimo anno scolastico ne saranno attivate solamente 10. A Modena e Sassuolo, in tutte le altre direzioni didattiche, zero assoluto. In pratica, a causa dei tagli agli organici, quasi 1000 bambini non avranno il modello orario richiesto dalle loro famiglie e garantito, meno di un anno fa dal Ministro Gelmini. Contro quello che definisce “lo scempio della scuola pubblica”, Flc-Cgil ha iniziato una mobilitazione che punta ad unire nella protesta docenti, personale ata, genitori, enti locali e Regioni. Così stamattina, davanti alle 43 direzioni didattiche della provincia, i rappresentanti sindacali hanno dato vita ad un volantinaggio per informare le famiglie delle ultime sgradite novità. “Il calo dei collaboratori scolastici – sottolinea la Cgil – mette a rischio sorveglianza e igiene, quello dei docenti il tempo pieno e qualità dell’insegnamento anche al tempo normale”.


Riproduzione riservata © 2017 TRC