in:

Un gioiello poco conosciuto dagli stessi modenesi: ieri, in occasione della manifestazione “Centrali aperte”, il pubblico ha potuto visitare la centrale idroelettrica di Farneta.

Un impianto inaugurato nel 1924, completamente rinnovato negli anni ’90, in grado di entrare in funzione nel momento in cui si verificano i cosiddetti “picchi” di richiesta da parte delle utenze private e delle imprese. E’ la centrale idroelettrica Enel di Farneta, uno dei complessi per la produzione di energia più interessanti di tutta la regione. Ieri, in occasione dell’iniziativa nazionale “Centrali aperte”, l’Enel ha dato la possibilità al pubblico di visitare sia la parte storica della centrale che quella tuttora funzionante. La centrale di Farneta con la sua ottantina di dipendenti è sempre stata una delle aziende più importanti della montagna, nella zona attorno a Montefiorino. Per l’occasione, il sindaco ha voluto provare quello che in gergo si chiama il “triciclo” cioè il mezzo che il direttore dell’impianto utilizzava per controllare le gallerie. Quando lo stesso Paladini cominciò ad interessarsi alla politica, il primo cittadino di Montefiorino era proprio il capo centrale…


Riproduzione riservata © 2017 TRC