in:

Anche la Germania, in caso di condanna, sarà chiamata al risarcimento per la strage di Monchio. Il tribunale di Verona ha accolto la richiesta delle parti civili.

Il tribunale militare di Verona ha accolto la richiesta, avanzata dai famigliari delle vittime, di riconoscere la Germania responsabile civile nel processo per la strage di Monchio, Costrignano e Susano, compiuta dalla divisione nazista Herman Goering il 18 marzo 1944. In caso di condanna dei sette imputati, quindi, anche lo stato tedesco sarà chiamato al risarcimento dei danni, come già avvenuto nel processo per la strage di Civitella, Arezzo. Fra le parti civili anche la Provincia di Modena, rappresentata a Verona dal presidente del consiglio Demos Malavasi, che dopo la lettura della decisione dei giudici ha sottolineato come a questo punto sia urgente che il governo italiano ritiri il decreto che sospende le sentenze esecutive in materia, per quanto riguarda gli stati esteri. Il tribunale di Verona, infatti, ha sottolineato come l’immunità dalla giurisdizione civile incontra un limite per quelli che possono essere definiti crimini internazionali. Furono 140 le vittime modenesi accertate nella strage, oltre alla Provincia anche il comune di Palagano, la Regione e l’Anpi sono parti civili al processo. La prossima udienza è stata fissata per il 12 ottobre.


Riproduzione riservata © 2017 TRC