in:

E’ riuscita la manifestazione del mondo della scuola organizzata oggi da Cgil, Cisl, Snals e Gilda, ma proprio sulla scuola tornano a dividersi i sindacati.

La manifestazione è decisamente che riuscita con più di mille in corteo e con assemblee al Muratori talmente partecipate da non riuscire a contenere tutti nell’aula magna e dover parlare con il megafono. In tanti questa mattina, insegnanti e personale della scuola, hanno preso parte alla manifestazione indetta da tutte le sigle sindacali contro i tagli al comparto previsti dal Governo. Ma la scuola torna a dividere il sindacato. Erio Ranuzzini, segretario provinciale della Cisl Scuola, ha atteso proprio la fine della manifestazione per rispondere a Stefano Colombini, segretario della Flc Cgil, che la scorsa settimana aveva inviato una lettera aperta al personale della scuola. Una lettera che in qualche modo rivendicava il lavoro fatto dalla Cgil scuola – gli 8 scioperi organizzati di cui solo uno unitario – e che Ranuzzini ha letto come un duro attacco, addirittura una “pugnalata alle spalle” a Cisl e Uil. Per questo oggi si dice amareggiato e deluso e accusa la Cgil di protagonismo. ‘Non basta invocare l’unità, bisogna volerla con azioni concrete’ – continua il segretario della Cisl Scuola, che aggiunge: ‘Oggi non è più il tempo dei “no” sempre e comunque, ma delle sfide che richiedono coraggio’. ‘I sindacati sono diversi e hanno idee differenti’ – replica Stefano Colombini che però subito chiarisce: ‘Quella lettera era indirizzata alla Cisl e alla Uil nazionali, non si parlava della situazione locale, dove pur tra molte divergenze, c’è un tentativo di portare avanti iniziative comuni. A Modena, tutti insieme, riusciamo a realizzare manifestazioni come quella di oggi, speriamo di riuscirci anche a livello nazionale”. E a proposito di divisioni, il Coordinamento dei precari insiste sullo sciopero degli scrutini, bocciato da Cgil, Cisl e Snals e non esclude di arrivare ad occupare simbolicamente l’Ufficio scolastico provinciale.


Riproduzione riservata © 2017 TRC