in:

Un taglio di 212 docenti nel modenese, mentre gli studenti iscritti sono in aumento. E’ questa la stima dell’assessore all’Istruzione del Comune di Modena Adriana Querzè che lancia l’allarme scuola.

Un taglio di 212 docenti nel modenese, mentre gli studenti iscritti sono in aumento. E’ questa la stima dell’assessore all’Istruzione del Comune di Modena Adriana Querzè che lancia l’allarme scuola sui dati relativi agli organici per l’anno scolastico 2010-2011. "Gli insegnanti dovrebbero aumentare, non diminuire – afferma l’assessore – a fronte, per esempio, della richiesta a Modena di 14 nuove classi prime elementari a tempo pieno, un fatto che conferma la tenuta di questo modello di scuola e il gradimento da parte delle famiglie”. Gli oltre 30 mila studenti delle superiori di Modena subiranno, inoltre, una riduzione di 128 insegnanti. "È necessario – conclude l’assessore Querzè – che ogni livello di governo della nostra Regione e la stessa Amministrazione scolastica chiedano al Governo centrale un’assegnazione ulteriore di insegnanti".Protesta dei piompieri
Due contratti di lavoro scaduti e non rinnovati, carenze di organico, carriere bloccate e precariato. Sono solo alcuni dei problemi sollevati dal Conapo, il sindacato autonomo dei Vigili del fuoco che oggi ha indetto uno sciopero nazionale di 4 ore e organizzato sit-in davanti alle prefetture, quella di Modena compresa. Quello che più amareggia la categoria è la mancata equiparazione dei Vigili del Fuoco agli altri corpi di pubblica sicurezza. Il che si traduce in retribuzioni inferiori e in un trattamento pensionistico inadeguato. I Vigili del fuoco del Conapo lamentano inoltre il ritardo con cui vengono pagati gli straordinari. A Modena devono ancora arrivare i compensi per il servizio svolto in Abruzzo in occasione del terremoto. Solidarietà alla categoria è stata espressa dalla parlamentare del Pd Manuela Ghizzoni che sul contratto scaduto ha presentato un’interrogazione urgente al ministro Maroni.


Riproduzione riservata © 2017 TRC