in:

E’ stata posata in mattinata la prima pietra della nuova scuola materna che sorgerà a Ganaceto, la frazione di Modena. Alla cerimonia erano presenti il sindaco Pighi e l’arcivescovo Lanfranchi.

Una scuola che fa comunità. Stiamo parlando della materna Sacro cuore di Ganaceto, l’asilo costruito nel 1945 per volontà del parroco don Ivo Rubbiani e finanziato dagli abitanti della frazione di Modena. 65 anni dopo la storia si è ripetuta e stamattina, alla presenza del sindaco Pighi e dell’arcivescovo Lanfranchi, è stata posta la prima pietra della nuova scuola materna che manderà in pensione l’ormai obsoleta struttura costruita all’indomani della seconda guerra mondiale. Anche stavolta sono stati i residenti di Ganaceto a coprire parte dei costi dell’opera. 1 milione e 400mila euro, l’investimento complessivo a carico della Curia, con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena che si accollerà la metà dei costi. La nuova struttura sarà realizzata con materiali di ultima generazione e sarà dotata di pannelli fotovoltaici.


Riproduzione riservata © 2016 TRC