in:

A Modena la festa per la liberazione comincia con tre giorni d’anticipo rispetto alle celebrazioni nazionali. Domani infatti è l’anniversario della liberazione della città.

Domani si ricorda il 65esimo anniversario della liberazione di Modena-città dal dominio nazi-fascista, primo appuntamento in vista delle celebrazioni del 25 aprile e festa della liberazione dell’Italia. Al mattino sono fissate le celebrazioni istituzionali: corone di alloro verranno deposte alle 10.00 al famedio del cimitero di San Cataldo e alle 10.30 davanti alla lapide a ricordo dei caduti al parco Novi Sad. In successione, poi, il corteo delle autorità si sposterà dalla lapide sullo scalone del municipio (che ricorda che la nostra città è stata insignita della medaglia d’oro al valor militare) al sacrario della Ghirlandina per approdare, infine, presso la sede dell’Università dove si trova la lapide in memoria di Mario Allegretti, medaglia d’oro al valor militare. Nel pomeriggio, invece, al Baluardo della Cittadella, si terrà un convegno dal titolo “Modena città aperta” dedicato ad un tema ancora poco esplorato, quello dei bombardamenti, visto in particolare dal versante della protezione dei beni artistico culturali.


Riproduzione riservata © 2016 TRC