in:

Sono rimasti aperti solo due ore gli aeroporti del nord Italia: la corrente d’aria che stava spostando la nube di cenere ha cambiato percorso. Nuovo stop fino a domattina

E’ durata poco la riapertura dei cieli italiani dopo lo stop causato dalla nube di cenere proveniente dall’Islanda. L’attività degli aereoporti è ripresa alle 7 ma due ore dopo è stata nuovamente bloccata. L’Enac ha fatto sapere che non sarà possibile volare fino alle otto di domani mattina. Purtroppo gli ultimi due bollettini meteo hanno ribaltato le buone notizie di ieri sera. ‘Serve sicurezza’, fa sapere l’ente, specificando, attraverso una nota che il nuovo stop ai voli nel Nord è stato assunto in base alle norme internazionali vigenti per la sicurezza del trasporto aereo e delle più recenti disposizioni aeronautiche adottate per fronteggiare l’emergenza determinata dall’attività vulcanica in Islanda. Chiuso dunque fino alle 8 di domani mattina anche l’aeroporto Marconi di Bologna. La società consiglia i passeggeri in partenza di visitare il sito oppure di contattare la propria compagnia aerea per informazioni sui voli e sull’operatività dello scalo.


Riproduzione riservata © 2016 TRC