in:

Approvato il nuovo calendario venatorio per la provincia di Modena che da quest’anno avrà validità biennale. Tra le novità l’anticipo della caccia di selezione al cinghiale, per contrastare i danni all’agricoltura, e il riconoscimento formale della caccia con il falco.

Con largo anticipo rispetto all’anno scorso l’assessorato all’agricoltura della provincia di Modena ha approvato il calendario venatorio. Da giovedì 15 aprile sarà aperta la caccia di selezione al cinghiale e dal primo giugno partirà anche la caccia al capriolo maschio. Tra le novità decise quest’anno da segnalare la validità biennale del calendario stesso e il riconoscimento formale della caccia con il falco, per le quali varranno le disposizini previste per l’attività venatoria della fauna stanziale. Il primo giorno ufficiale di caccia alla piccola fauna stanziale è invece fissato per domenica 19 settembre quando saranno impegnate tutte le doppiette modenesi: sia quelle che puntano alla selvaggina stanziale sia quelle dedicate agli ungulati. Dal primo di settembre, invece, preapertura della caccia per ghiandaia, cornacchia grigia, gazza e tortora con limitazioni al carniere. In sostanza il nuovo calendario venatorio rafforza la caccia al cinghiale al fine di contrastare la proliferazione che sta provocando danni all’agricoltura.


Riproduzione riservata © 2016 TRC