in:

I lavori sono iniziati nell’autunno del 2007. Il prossimo settembre le scuole Marconi di Modena saranno pronte per accogliere 727 alunni. Aule speciali, didattica innovastiva e spazi a disposizione dell’intero quartiere.

“Benvenuti questa sarà la vostra nuova scuola”. Con queste parole l’assessore all’istruzione del Comune di Modena Adriana Querzè ha accolto genitori, insegnanti e futuri studenti della scuola media Marconi, la più grande di Modena. Oggi il suono della campanella ha dato il via alla visita guidata, da settembre segnerà l’inizio delle lezioni per 725 alunni, 600 di scuola media e 125 della sede distaccata della scuola primaria Anna Frank. Il nuovo edificio, completato al 90%, si sviluppa su tre piani. Oltre alle consuete aule scolastiche, ospiterà 15 laboratori per attività musicali, informatiche, linguistiche e scientifiche, la mensa, la biblioteca e un auditorium. Manca la palestra, per la quale proprio in questi giorni è stato pubblicato il bando di gara. Un’opera impegnativa costata 11 milioni di euro, totalmente autofinaziata dalla città. Le scuole Marconi sono state fortemente volute dalle famiglie della circoscrizione Crocetta-Sacca, un modo per riqualificare una zona considerata degradata e problematica. “Siamo impegnati nel progetto del palazzo Errenord. Entro la fine dell’anno inaugureremo la sede della Croce Rossa, una palestra e un servizio di doposcuola, parliamo di impegni da 25 milioni di euro. I problemi non si risolvono con la bacchetta magica, ma con impegno e passione”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC