in:

Collettore di Levante: Tia sospesa e affissioni gratuite per i commercianti di Via Gobetti e Via Don Minzoni danneggiati dai lavori di scavo. L’accordo raggiunto in mattinata nell’incontro tra amministrazione e associazioni di categoria.

Il pagamento della tariffa di igiene ambientale rimandato di un anno, le affissioni pubblicitarie sulle strutture del cantiere gratuite e la clientela dei negozi di via Don Minzoni e Gobetti potrà utilizzare il parcheggio della chiesa della Madonna Pellegrina. Sono queste le principali misure adottate dall’amministrazione comunale per compensare i disagi subiti da 14 operatori commerciali a causa del cantiere per il collettore di Levante. L’accordo è stato raggiunto questa mattina, a seguito dell’incontro tenuto dall’Assessore alle Politiche Economiche del Comune Graziano Pini e dalle associazioni di categoria. Nei giorni scorsi un polverone si era sollevato attorno al cantiere di Via Don Minzoni e Gobetti: il Pdl aveva presentato un’interpellanza in Consiglio Comunale per conoscere tempi esatti sul termine dei lavori e la modalità degli indennizzi previsti; Andrea Leoni, consigliere regionale azzurro, giudica la Giunta inadeguata di fronte al problema, capace di soluzioni banali e pasticciate. La Lega Nord aveva puntava l’indice proprio sull’incertezza dei tempi di realizzazione previsti: fissati inizialmente a fine dicembre, ora si parla del mese di Giugno come termine ultimo. Soddisfatte in buona parte le associazioni di categoria, Confesercenti, Lapam Licom e Ascom Confcommercio che chiedevano non solo sgravi fiscali ma anche un innalzamento sostanziale dell’entità degli indennizzi agli operatori commerciali. Sono in corso verifiche per consentire la possibilità di pagare a rate le utenze Hera alle attività che ne avessero bisogno, mentre è in programma l’apertura di un tavolo tra Comune ed Associaizoni per la programmazione futura dei lavori pubblici che possono avere un forte impatto sul piano delle attività economiche. L?Amministrazione si è resa infine disponibile a modificare, attraverso opportuni passaggi e la votazione del Consiglio Comunale, la disciplina e l’entità degli indennizzi economici corrisposti ai commercianti per lavori pubblici di durata superiore a 3 mesi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC