in:

Per assicurare l’auto spendiamo sempre di più. Lo rileva il 13esimo monitoraggio provinciale di Federconsumatori, presentato stamattina. E se sono i giovani a pagare di più per la polizza, gli aumenti maggiori hanno colpito gli ultra 65enni.

Ad ascoltare la miriade di pubblicità in materia, la concorrenza tra le compagnie assicurative, avrebbe dovuto far scendere drasticamente i premi pagati dagli italiani, dai modenesi nel nostro caso, per la Rc Auto. E invece, no. Il 13esimo monitoraggio provinciale realizzato da Federconsumatori ha stimato un aumento medio del 3,4% negli ultimi 18 mesi. Gli aumenti maggiori, sulla base dei 16 profili analizzati, hanno riguardato, a sorpresa, gli automobilisti più anziani, over 65, ma non solo. Anche se a pagare di più sono ancora i più giovani. Aumenti nonostante la crisi, che ha ridotto gli spostamenti, e il calo degli incidenti, solo in parte giustificati dall’aumento del massimale minimo imposto dall’Unione europea. Così ai consumatori non resta che darsi da fare per cercare l’offerta più conveniente, usando magari il preventivatore istituito dopo una lunga attesa dal Ministero dello sviluppo economico. (http://isvap.sviluppoeconomico.gov.it/prevrca/prvportal/index.php)Nel frattempo ci si può consolare guardando i dati regionali, con Modena che per molti profili di automobilisti risulta essere la provincia più conveniente.


Riproduzione riservata © 2016 TRC