in:

18 famiglie di Roccamalatina entro il 30 marzo dovranno lasciare la loro casa: gli appartamenti, pignorati dalle banche al precedente proprietario, sono sotto sfratto. L’appello degli inquilini a istituzioni e istituti di credito.

Sono tutti lavoratori della zona, operai con salari bassi che si sono trasferiti nella frazione montana per gli affitti più bassi. Hanno figli, lavorano con regolari contratti, e hanno sempre pagato l’affitto. Ma ora, le banche, nuove proprietarie, hanno firmato lo sfratto. E loro non sanno dove andare: non è facile, spiegano, trovare affitti contenuti. E poi il periodo non è dei migliori: qualcuno è in cassa integrazione, qualcuno rischia di perdere il lavoro. Quindi fanno appello alle istituzioni e alle banche: loro vorrebbero restare nelle case e continuare a pagare regolarmente l’affitto.


Riproduzione riservata © 2016 TRC