in:

Sono arrivati oggi pomeriggio a Cracovia i partecipanti alla sesta edizione del progetto “Un treno per Auschwitz”. Dopo un viaggio ricco di iniziative, domani si terranno le celebrazioni per la Giornata della Memoria.

 24 ore di viaggio su un treno che unisce studenti, professori, scrittori, cantanti e musicisti. Un’esperienza unica per gli oltre 600 ragazzi arrivati oggi pomeriggio presso la stazione di Cracovia, ripercorrendo idealmente e concretamente il lungo viaggio di deportazione degli ebrei dal campo di Fossoli verso i lager nazisti di Auschwitz e Birkenau.Il progetto “Un treno per Auschwitz” è promosso dalla Fondazione Ex Campo Fossoli, che sui vagoni organizza una serie di attività: da seminari storici a concerti estemporanei, da incontri con scrittori del calibro di Carlo Lucarelli e Paolo Nori, a letture effettuate anche dal cantante Vinicio Capossela. Domani, in occasione della giornata della memoria, i partecipanti prenderanno parte alle celebrazioni ufficiali, nel decennale dell’istituzione della ricorrenza. Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa aprirono i cancelli del campo di concentramento, arrivarono ad Auschwitz e liberarono i superstiti vittime dell’orrore nazista. Le iniziative di domani in provincia  Domani, 27 gennaio, ricorre il giorno della memoria, istituito per legge nel 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati nei lager nazisti. Tra celebrazioni ufficiali, momenti di riflessione e di approfondimento sono davvero tante le iniziative organizzate nella nostra provincia. Domattina alle 10,30 al teatro della Fondazione San Carlo il Prefetto Benedetto Basile consegnerà 83 Medaglie d’Oro conferite dal Presidente della Repubblica a deportati o internati nei lager nazisti e ai familiari dei deceduti. Il montalese Zeno Vezzalini 90 anni sarà invece domattina in Quirinale per ricevere la medaglia direttamente dal capo dello Stato. Sempre a Modena, alle 18, nella sinagoga di piazza Mazzini, letture e salmi guidati dal rabbino capo Beniamino Goldstein. A Campogalliano, alle scuole medie, è in corso la mostra fotografica su Odoardo Focherini, mentre alle 10.30, davanti al palazzo comunale, verrà deposta una corona d’alloro. I ragazzi delle scuole leggeranno poesie e stralci di testimonianze. Un viaggio letterario tra nostalgia, identità e memoria è invece quello proposto dalla biblioteca comunale di Finale Emilia: domani sera alle 21,00 nel monastero di Santa Chiara verrà analizzato “Vedi alla voce amore” potente romanzo sulla Shoah di David Grossman. Sempre a Finale, in mattinata, visita guidata al cimitero ebraico. Semplice, ma di grande impatto emotivo l’iniziativa che coinvolgerà 1800 alunni delle scuole di Vignola: alle 11,54 di domattina, per ricordare l’ingresso delle truppe sovietiche nel campo di sterminio di Auschwitz,osserveranno un minuto di silenzio e leggeranno la poesia di Primo Levi “Se questo è un uomo”  


Riproduzione riservata © 2016 TRC