in:

Utilizzare il comitato per la sicurezza per far fronte anche alle frodi alimentari. E’ questa l’idea del Presidente della Provincia Emilio Sabattini, che questa mattina ha preso parte ad un convegno sul tema delle falsificazioni del Made in Italy.

Difendere i prodotti di origine protetta dalle falsificazioni ed imitazioni. A questo tema è stato oggi dedicato un convegno presso la Camera di Commercio. A Modena sono quattro i prodotti che si fregiano del marchio di protezione europea Dop, applicato a beni per i quali tutto il processo produttivo, comprese le materie prime, avviene in un’area geografica delimitata e nella quale si ha uno stretto legame tra prodotto e territorio. Questi prodotti sono l’aceto balsamico tradizionale di Modena, il parmigiano reggiano, il prosciutto di Modena e i salamini italiani alla cacciatora. Sono sette, invece, i prodotti regionali Igp a marchio riservato, tra i quali anche il cotechino e lo zampone della nostra provincia. Da un’ analisi sui fenomeni di contraffazione emerge che i prodotti contraffatti alimenterebbero il 10% degli scambi mondiali per un valore di oltre 200 miliardi di dollari. Nel 2008, la Guardia di Finanza ha sequestrato, oltre 1100 tonnellate di prodotti falsi con l’uso improprio del marchio Made in Italy. Grana Padano e Parmigiano Reggiano risultano poi essere gli alimenti più imitati, basti pensare alla vicenda della diffusione del finto “Parmesan” in Germania. In presenza di un buco legislativo a livello europeo per far fronte al fenomeno, le istituzioni di confrontano con l’obiettivo di un’azione comune.


Riproduzione riservata © 2016 TRC