in:

Imparare a cucinare cibi sani e coinvolgere mariti e compagni nel menage quotidiano. Sono queste le finalità dei corsi di cucina ‘per soli uomini’ organizzati dal Comune di Modena. E a Castelfranco la sfoglia la fanno i maschi.

Ricette facili per cucinare in modo veloce pietanze adatte ai più piccini, piatti belli da vedere e allo stesso tempo equilibrati dal punto di vista nutrizionale. Di fatto la quadratura del cerchio se si pensa che ai fornelli, questa volta, ci sono i papà. Prima lezione, ieri sera, del corso di cucina organizzato dagli assessorati all’istruzione e alle pari opportunità del Comune di Modena. Seconda edizione con ‘Giovedì papà è in cucina’. Quasi un centinaio i genitori iscritti e se lo scorso anno erano state le mogli o le compagne a forzare la mano, quest’anno l’iniziativa l’hanno presa direttamente i papà coinvolgendo amici e colleghi. Ieri sera la prima lezione al nido del Villaggio Giardino. 14 gli aspiranti cuochi che, con entusiasmo, hanno indossato il grembiule e seguito pedissequamente i consigli delle cuoche comunali, professioniste dell’arte culinaria.Dalla prima esperienza è nato un quaderno che raccoglie le ricette delle pietanze preparate dai papà. Quest’anno, al termine, del corso, verrà organizzata una gara culinaria. E a Castelfranco arrivano gli ‘sfoglini’ Una volta c’era la sfoglia, quella tirata col mattarello, che richiedeva tempo e dedizione; ora abbiamo i quattro salti in padella e alla cucina riusciamo a dedicare il minimo indispensabile. Sarà forse per una sorta di contrappasso che ha riscosso tanto successo i corsi di arte culinaria organizzati dall’associazione di volontariato ‘La SanNicola’ di Castelfranco Emilia, assieme a Comune, Slow Food e agli istituti scolastici Marconi e Guinizzelli. La vera sorpresa è che a voler imparare a fare la sfoglia, quella tradizionale, sono stati tanti uomini, giovani e meno giovani, interessati ad apprendere i segreti di un’arte antica. Castelfranco non a caso, il comune che vanta la paternità della pasta ripiena più famosa al mondo, sua maestà il tortellino. A ogni lezione, le abili sfogline di Castelfranco sono prodighe in consigli e dimostrazione, ma alla fine sono i partecipanti che dovranno dimostrare di saper tirare una sfoglia perfetta, della giusta consistenza a seconda che si voglia preparare tortellini, tagliatelle o maltagliati. Se la sfoglia resta il filo conduttore, ogni appuntamento viene arricchito dalla presentazione di un prodotto tipico del nostro territorio, il lambrusco, il prosciutto di Modena o l’aceto balsamico: per mettere sulla tavola tutte le eccellenze di casa nostra.


Riproduzione riservata © 2016 TRC