in:

Un contributo per il trasporto agli studenti che abitano lontano dalle scuole che frequentano: la Provincia vota sì all’unanimità. Ora si attende la disponibilità comuni.

Percorrere anche più di 50 Km al giorno per poter andare a scuola. Una prospettiva quotidiana per molti ragazzi che vivono agli estremi della lunga provincia modenese, in montagna o nella bassa. All’oggettivo disagio delle ore spese in corriera pesa sulle famiglie l’altrettanto oggettivo disagio economico del sostenere le spese di trasporto e garantire ai propri ragazzi il diritto-dovere allo studio. Poco prima di Natale un Ordine del Giorno presentato dalla Lega Nord, ed approvato all’unanimità dal Consiglio Provinciale, ha aperto la strada ad una seppur parziale soluzione del problema: l’ente infatti sosterrà, coprendo parte del costo dell’abbonamento all’Atcm, tutti gli studenti che percorrono più di 50 chilometri al giorno per raggiungere la scuola superiore.Agevolazioni anche per gli anzianiIntanto Atcm ripropone le agevolazioni per anziani e invalidi. Da lunedì 18 gennaio, nelle biglietterie, sarà possibile rinnovare gli abbonamenti annuali scaduti a fine 2009. Per il servizio di trasporto urbano di Modena, Carpi e Sassuolo il prezzo degli abbonamenti agevolati per anziani e disabili non cambia rispetto al 2009, grazie al contributo erogato dalle rispettive amministrazioni comunali che, per il terzo anno consecutivo, si fanno carico di una parte dell’aumento previsto per l’aggiornamento delle tariffe. Un rincaro, nell’ordine dello 0,4% pari a circa un euro, è previsto per l’abbonamento annuale cumulativo che permette di viaggiare sui mezzi pubblici urbani ed extraurbani.


Riproduzione riservata © 2016 TRC