in:

Perdono posizioni ma, sia Pighi che Sabattini, sarebbero comunque votati di nuovo dai loro elettori. Il Sole 24 Ore ha misurato il consenso degli amministratori locali. Terzo posto assoluto per il governatore Errani.

Una metà classifica di tenuta, che sostanzialmente conferma il consenso degli elettori, in un contesto particolarmente difficile in cui pesano le difficoltà della crisi economica. Puntuale il sole 24 Ore ha pubblicato l’annuale graduatoria che misura quanti cittadini sarebbero disposti a votare oggi i propri amministratori locali. Il sondaggio è stato realizzato dall’istituto Ipr Marketing. Il sindaco Giorgio Pighi si piazza 55esimo sui 110 comuni capoluogo di provincia presi in esame. Nella classifica 2008 era 34esimo, ma la percentuale del consenso non è cambiata di molto, da 56 a 53e5, con un incremento di più di tre punti dal giorno delle elezioni, comunque ancora sopra la maggioranza assoluta. E’ però uno dei peggiori risultati in Regione: dietro al sindaco di Modena c’è solo quello di Rimini, tutti gli altri primi cittadini sono davanti, compresa Bologna che nella precedente rilevazione era nelle posizioni di bassissima classifica. Nel caso di Bologna va tenuto conto che Flavio Del Bono è al suo primo mandato, ma anche lui deve fare i conti con una leggero calo di popolarità dal giorno delle elezioni. 48esimo posto per Emilio Sabattini (era 33esimo nella classifica precedente) il cui consenso passa dal 58 al 54%, ma anche nel caso del presidente della Provincia gli elettori sembrano continuare a dargli fiducia: oggi lo voterebbe quasi un 2% in più di quanti lo hanno votato a giugno. Meglio in Emilia Romagna i presidenti delle province di Parma, Ravenna, Bologna e Ferrara; peggio Reggio Emilia, Rimini e Forlì-Cesena. A poche settimane dalle regionali, il presidente Vasco Errani conquista un terzo posto assoluto tra i governatori italiani. Errani conferma il consenso del 2008, sempre 55%, ma perde quasi 8 punti percentuali rispetto al giorno delle elezioni. A Errani va comunque il titolo di primo presidente del centro sinistra: nella classifica nazionale è infatti preceduto da due governatori del centro-destra, il veneto Giancarlo Galan e il lombardo Roberto Formigoni. Restando sul generale, tra le città vince ancora una volta Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona che ottiene il 70% dei consensi. Tra le province svetta Stefania Pezzopane, presidente dell’Aquila terremotata, che conquista un +10% rispetto al giorno dell’elezione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC