in:

Commemorazione della strage della Bolognina questa mattina a Crevalcore. 17 persone persero la vita esattamente cinque anni fa nel disastro ferroviario causato dallo scontro tra due treni.

Il 7 gennaio 2005 era una fredda e nebbiosa mattina nella bassa, come oggi e come tante altre. A rendere tragica quella giornata fu lo scontro, a pochi passi dalla stazione della Bolognina, a Crevalcore, tra un treno passeggeri ed un treno merci. Sulla tratta ferroviaria Bologna-Verona, all’epoca a binario unico fu un vero e proprio disastro ferroviario, con un pesantissimo bilancio di vittime. 17 le persone decedute, decine e decine quelle ferite. A perdere la vita anche quattro modenesi, l’allora assessore di Finale Emilia, Donatello Zoboli, la moglie Diana Baraldini e la sorella di lei, Claudia, oltre a una psicologa di San Martino Spino di Mirandola, Anna Martini. Il tributo della Bassa modenese fu in realtà più alto: nel disastro morirono anche un capostazione ferrarese che lavorava a San Felice, Franco Scaramuzzo, un bolognese che insegnava al liceo Pico di Mirandola, Andrea Sancini, e un ragazzo che era andato a trovare i nonni a Mirandola, Daniel Burani. I loro nomi sono stati ricordati questa mattina in occasione del quinto anniversario della tragedia. Alle 10.30 nella chiesa San Silvestro di Crevalcore Don Giovanni Nicolini ha celebrato una messa e alle 11.30 si è tenuta la commemorazione al cippo nel parco dedicato proprio alle vittime della strage. Sul disastro ferroviario della Bolognina venne aperta un’inchiesta, che si chiuse però, lo scorso maggio, con l’assoluzione dei dieci dirigenti delle ferrovie finiti sul banco degli imputati. La conclusione a cui giunse il pm Cieri, e poi anche il giudice, fu che a provocare l’incidente fu un errore umano, commesso dal macchinista, a sua volta deceduto nell’impatto. Questa mattina alla commemorazione era presente anche uno degli imputati del processo, l’ingegner Pasquale Ventrella, responsabile della direzione commerciale e dell’esercizio di rete di Rete ferroviaria italiana.


Riproduzione riservata © 2016 TRC