in:

Revocato il blocco del traffico previsto per domani: le previsioni atmosferiche parlano di tempo perturbato fino a domenica, per questo i comuni di Modena e Carpi hanno deciso di far slittare la partenza dei giovedì ecologici.

Domani avrebbe dovuto essere il primo giovedì di blocco del traffico fra quelli previsti nella seconda parte della manovra antismog, che scatta appunto alla fine delle festività natalizie e prosegue fino al 31 marzo. Sono state le previsioni del tempo per i prossimi giorni a far decidere ai comuni di Modena e Carpi di far slittare almeno di una settimana l’avvio dei giovedì senz’auto, come già ieri avevano fatto Ferrara e Imola. Gli esperti meteo, infatti, parlano di breve tregua dal maltempo solo per oggi, mentre da domani tornano pioggia, per lo più in pianura, e neve, soprattutto in montagna. Una situazione che si protrarrà almeno fino a domenica, contribuendo, fra le altre cose, a ripulire l’aria. Via libera, quindi, domani per tutti i veicoli, e non solo per quelli a basso impatto ambientale, come vetture alimentate a gpl e metano, auto elettriche e pool car. Restano, invece, in vigore le limitazioni per le auto più inquinanti, quelle pre euro, i diesel euro 1, e dal 7 gennaio anche i diesel euro 2 se sprovvisti di filtro antiparticolato. Limitazioni anche per i ciclomotori. Questi veicoli, da domani e fino a fine marzo, non potranno entrare nelle aree urbane dalle 8.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì. Questo provvedimento, a differenza del blocco del giovedì, non ha natura emergenziale e non è legato alla qualità dell’aria quotidiana. La manovra riguarda i comuni di Modena, Carpi, Sassuolo e Formigine.


Riproduzione riservata © 2016 TRC