in:

Domani mattina una delegazione di lavoratori della Marazzi sarà ricevuta in Comune a Sassuolo dal Sindaco Luca Caselli e dai primi cittadini di Fiorano e di Scandiano.

La prossima sarà una settimana importante per il gruppo ceramico Marazzi e per i lavoratori che rischiano il posto di lavoro. Anche le istituzioni saranno accanto ai lavoratori in difficoltà. Domani mattina, alle 10.30, saranno rivevuti in Municipio a Sassuolo dal sindaco Caselli e dai primi cittadini di Fiorano e Scandiano. L’impegno è quello di non lasciare nulla di intentato, dicono gli ammnistratori. E’ di due giorni fa la comunicazione del gruppo ceramico di chiedere, dopo quella ordinaria, la cassa integrazione straordinaria per buona parte delle unità produttive. “La richiesta l’abbiamo appresa tramite una comunicazione scritta – sostiene con un po’ di amarezza Manuela Gozzi, del sindacato di categoria della Cgil-. Da settimane abbiamo avviato un tavolo di confronto: sindacati e azienda insieme. Buona prassi sarebbe ricevere comunicazione in quel contesto delle intenzioni dell’azienda. Comunque mercoledì prossimo, 2 dicembre, abbiamo fissato un incontro con la proprietà Marazzi Group, in Confindistria ceramica. In quell’occasione verificheremo direttamente le intenzioni della proprietà”. La preoccupazione più grande, lo ricordiamo, è per i lavoratori dello stabilimento di Jano che rischiano di perdere il posto di lavoro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC