in:

"Il sistema dei controlli dell’aceto balsamico sia rigoroso, ma senza generare ingiustificati timori". Il presidente della Provincia Sabattini chiede chiarezza al Ministro Zaia su quanto accaduto di recente in un’azienda produttrice di "oro nero".

Orgogliosi dei nostri prodotti ma il sistema dei controlli, per garantire il rispetto delle regole, deve essere rigoroso. E’ questo, in sintesi, il contenuto della lettera che il Presidente della Provincia Sabattini ha scritto al ministro delle politiche agricole Luca Zaia, per chiedere chiarimenti su quanto accaduto di recente in un’azienda produttrice di aceto balsamico del nostro territorio nella quale sono stati sequestrati oltre 160mila litri di prodotto per non aver rispettato le norme fissate dal disciplinare Igp, prodotto poi dissequestrato nel giro di poche ore dagli uffici del ministero. “Un modo di operare – conclude Sabattini – che ha causato un pesante danno di immagine e che ha generato sfiducia nei confronti del sistema pubblico e rispetto all’attività di chi è deputato a vigilare”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC