in:

Poco più di 6 gradi di minima in centro città e temperature anche sotto lo zero nella bassa modenese. E’ arrivato il freddo, ma non c’è nulla di straordinario, come ci spiega l’Osservatorio della nostra Università. Tra sabato e domenica arriverà aria dalla Groenlandia.

Forse un po’ a sorpresa ma nulla di straordinario il freddo che, da ieri, ha investito anche la nostra provincia. Come sempre ci viene in aiuto la memoria storica dell’Istituto geofisico della nostra università che ci ricorda come, anche nel 2003 e nel 2007, per citare solo gli anni più recenti, le temperature in ottobre si fecero all’improvviso rigide, con tanto di nevicate in Appennino. E se vogliamo andare indietro nel tempo, il 9 ottobre del 1867 addirittura nevicò. Ma torniamo a questa mattina: in aperta campagna e già nella periferia della città abbiamo visto la prima brinata. Le temperature sono scese a valori vicino allo zero, addirittura al di sotto nella bassa modenese e reggiana. In città il raffreddamento è stato meno repentino e la stazione del torrione orientale di Palazzo Ducale ha registrato una minima di 6.4° centigradi, quasi 6 gradi in meno rispetto alla media stagionale. Giornate fredde, ma con un bel sole, grazie alla posizione anomala di un anticiclone che si estende fra l’Europa occidentale e la Scandinavia, con correnti fredde provenienti dalla Russia. Un nuovo fronte polare irromperà in Pianura Padana fra sabato e domenica e questa volta l’aria fredda arriverà direttamente dalla Groenlandia. Le previsioni: domani freddo e sereno, con minime sui 5° in città e termometri in salita durante il giorno. Sabato 17 sarà ancora freddo per la stagione, più nuvoloso e, forse, con qualche fiocco di neve in collina e in montagna. Fino a lunedì non ci saranno grandi cambiamenti, ma la prossima settimana dovrebbe portare temperature più miti. Nell’ultima parte dell’anno è possibile anche fare un bilancio del 2009 dal punto di vista meteorologico: fino ad ora il caldo batte il freddo, con 129 giorni classificati come ‘anomali caldi’ e solo una decina di ‘anomali freddi’.


Riproduzione riservata © 2016 TRC