in:

L’aria frizzante di questa mattina sta diventando sempre più fredda: temperature in picchiata, dicono gli esperti, e domani sarà anche peggio. E in montagna arriverà la prima neve.

Temperature, come previsto, in picchiata da questa mattina. E domani saranno ancora più rigide. Il freddo, a causa di una irruzione di aria proveniente dalla Russia, continuerà anche nei prossimi giorni, con poche variazioni: venerdì le temperature saliranno di pochi gradi, restando comunque molto basse. Ma almeno da domani sarà possibile accendere il riscaldamento. Sarà quindi una settimana in cui la colonnina di mercurio registrerà minime e massime di dieci gradi inferiori rispetto solo alla scorsa domenica, e comunque di 5, 7 gradi in meno rispetto alla media del periodo. Anche nei prossimi giorni qualche nube farà la sua comparsa, poche e brevi, però, le precipitazioni previste almeno fino a metà della prossima settimana: fino ad allora per la maggior parte del tempo splenderà il sole. Anche se, dicono gli esperti meteo, è probabile la comparsa dei primi fiocchi di neve in Appennino. Del resto sul Cimone sarà difficile riuscire ad avere temperature che superino, anche di giorno, lo zero. E in campagna arriverà la prima brina della stagione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC