in:

Le misure adottate dal Comune per arginare il fenomeno dell’abuso di alcool piacciono agli amministratori, ma anche ai gestori di locali. Una linea dura condivisa da più parti per arginare un fenomeno sempre più in crescita.

La linea dura adottata dal Comune di Modena per cercare di arginare l’abuso di alcool dei giovanissimi piace a molti; anche se, fanno presente i gestori dei locali, Modena è stata tra le prima città a non vendere alcoolici ai minorenni. Tutto ciò che può essere fatto per arginare il fenomeno, che ha assunto dimensioni preoccupanti, è molto positivo – affermano da più parti – come aumentare i controlli delle vendite di alcool o coinvolgere i genitori, se sorpresi in caso di ubriachezza. Caselli: "Bravo Pighi" L’idea del sindaco Giorgio Pighi di informare i genitori dei ragazzi sorpresi ubriachi piace al sindaco di Sassuolo Luca Caselli. Già a luglio Caselli aveva emesso un’ordinanza anti-alcol, ora si augura che molte altre amministrazioni comunali della provincia seguano l’esempio di Modena e Sassuolo. “Il semplice rischio che i genitori possano essere messi al corrente della situazione, può scoraggiare più di un ragazzo” – ha commentato il primo cittadino di Sassuolo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC