in:

Rinviati a giudizio sei militari tedeschi per la strage di Monchio. Oggi a Verona il processo, l’accusa è quella di omicidio plurimo. In aula anche i parenti delle vittime ed alcuni superstiti.

Si è tenuto oggi a Verona il processo relativo alle stragi che hanno interessato l’Appennino modenese e reggiano nella primavera del ’44. Sei militari tedeschi sono stati rinviati a giudizio. Lo ha stabilito il Giudice dell’udienza preliminare Alberto Benigni dopo due ore di camera di consiglio. Il reato per cui saranno processati è omicidio plurimo pluriaggravato e continuato. La prima udienza si svolgerà mercoledì 11 novembre presso la sezione penale del Tribunale di Verona. I sei militari rinviati a giudizio, tutti appartenenti alla divisione corazzata “Herman Goering” sono i sottotenenti Ferdinand Osterhaus, 92 anni e Hans Georg Karl Winkler, 87 anni; Fritz Olberg, 88 anni, comandante di plotone della terza compagnia; Wilhelm Karl Stark, 88 anni, sergente; Helmut Odenwald, 89 anni, capitano e Gunter Heinroth, 84 anni, soldato della terza compagnia. Il settimo militare per cui era stato chiesto il rinvio a giudizio, il sottotenente Gustav Brandt è morto nei mesi scorsi all’età di 95 anni. Esattamente un anno fa la Provincia di Modena si è costituita parte civile nel processo. Nel corso dell’udienza il pubblico ministero militare ha annunciato anche l’imminente avviso di fine indagini per altri nove indagati per gli stessi fatti, anche loro appartenenti alla divisione “Herman Goering”. A breve, quindi, si prevede un’ulteriore udienza preliminare.


Riproduzione riservata © 2016 TRC