in:

Inizia dalla prossima settimana la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale. Per i gruppi a rischio coinciderà con la prevenzione al virus AH1N1.

Parte la prossima settimana la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale che quest’anno si svolge con modalità coordinate con la vaccinazione pandemica AH1N1. Il vaccino verrà effettuato, tra il 15 ottobre e il 15 novembre, a tutte le persone a cui viene garantita ogni anno la vaccinazione contro l’influenza stagionale: persone dai 6 mesi ai 65 anni con patologie croniche o disturbi del sistema immunitario, donne nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, operatori sanitari e socio-sanitari e addetti ai servizi essenziali. La normale antinfluenzale è rivolta, invece, alle persone con più di 65 anni, le quali non sono coinvolte nella prevenzione al nuovo virus perché hanno una memoria immunitaria più avanzata. La nuova febbre si presenta con gli stessi sintomi di quella usuale e come questa può causare complicazioni e un peggioramento nel caso di patologie preesistenti. Le vaccinazioni contro l’AH1N1 saranno garantite a bambini che frequentano l’asilo nido, mamme di bimbi di età inferiore ai 6 mesi, minori con disabilità e nati prematuri con un’età compresa tra i 6 e i 24 mesi. Anche semplici accorgimenti possono comunque ridurre il rischio di ammalarsi: tossire e starnutire utilizzando fazzolettini di carta da gettare subito dopo l’uso, lavarsi spesso le mani ed evitare contatti stretti con persone malate. I programmi di vaccinazione sono stati predisposti sulla base delle indicazioni del Ministero della Salute. Per informazioni si può chiamare il numero verde del Servizio sanitario regionale: 800 033033.


Riproduzione riservata © 2018 TRC