in:

Manca poco ai comuni del modenese per raggiungere l’obiettivo fissato dalla Provincia del 55% di raccolta differenziata dei rifiuti. E ora arriva un piano specifico per la montagna.

I modenesi sono sempre più virtuosi e ormai la raccolta differenziata dei rifiuti è un’abitudine praticata con successo in molte famiglie. Merito anche delle tante iniziative di educazione ambientale rivolte ai giovani. E proprio ai ragazzi delle scuole di Fanano, Montecreto e Sestola si rivolgono le Giornate dell’ambiente, dedicate ad acqua e rifiuti, che scattano domani. E’ una delle iniziative messe in campo da Hera, in collaborazione con la Provincia di Modena, nell’ambito del Progetto Montagna che punta ad aumentare la raccolta differenziata nei comuni appenninici. Comuni dove si raccoglie in modo differenziato solo il 34% dei rifiuti, contro il 48% della media provinciale. Le Giornate di educazione ambientale sono state presentate stamattina in Provincia, alla presenza dei sindaci di Sestola, Montecreto e Fanano, Bonucchi, Cadegiani e Lugli. Tra le altre iniziative: la realizzazione a Sestola di due stazioni di base interrate e la riorganizzazione della raccolta differenziata a Fanano, dove Hera ha recentemente preso in carico il servizio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC