in:

“Non c’è nessuno scontro tra forze dell’ordine e polizia municipale per la creazione della nuova task force che presidia le zone calde del territorio”. Lo ha detto stamattina il Prefetto Giuseppina Di Rosa, al termine del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Molto positivi anche i dati sui reati denunciati, in fortissimo calo.

Sinergia, coordinamento, collaborazione. Parole d’ordine e modus operandi delle forze di polizia modenesi. Lo ha ribadito, al termine del Comitato per l’ordine e la sicurezza, il prefetto Giuseppina Di Rosa, dopo le polemiche scoppiate in seguito all’attivazione della nuova task force della polizia municipale. Nessuna sovrapposizione di compiti, nessuno sgarbo tra polizia e vigili per il fermo dei sospetti, ma la volontà di potenziare sempre più il presidio del territorio per contrastare tutti i fenomeni criminali e dare più sicurezza ai cittadini. “L’intesa tra tutti i soggetti in campo è totale e i risultati si vedono”, ha ribadito più volte il Prefetto, che ha poi annunciato di voler operare sempre più in sinergia con tutte le amministrazioni locali della provincia e con i presidenti di circoscrizione. E a proposito di risultati. Nei primi otto mesi dell’anno il calo dei reati è stato verticale, soprattutto in città. A Modena le denunce sono calate quasi del 10% rispetto al medesimo periodo del 2008, quando pure si era verificata una riduzione rispetto all’anno precedente. A picco i furti (-835), compresi quelli in abitazione (-173), le estorsioni (-11), le truffe (-119) e le rapine (-39). Nel totale provinciale, invece, il calo complessivo dei reati è stato di poco inferiore al 7%. Unico dato in controtendenza, i furti in abitazione nella Bassa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC