in:

In concomitanza con il lancio ufficiale al Salone dell’auto di Francoforte, stamattina alla Galleria Ferrari di Maranello è stata esposta la nuova, 458 Italia. Tanti appassionati hanno assistito all’evento.

Più sportiva, ancora più potente, perfetta per la pista, grazie al contributo dato da Michael Schumacher e all’esperienza del Cavallino rampante nelle competizioni, ma anche più attenta all’ambiente e ai consumi. E’ la nuova Ferrari 458 Italia, omaggio al Paese voluto dal presidente Montezemolo, presentata oggi al Salone di Francoforte insieme alla Maserati Grancabrio, prima cabriolet a quattro posti nella storia della casa del Tridente. Ma gli appassionati di Maranello non sono rimasti a bocca asciutta, perché in contemporanea all’evento tedesco, un’esemplare dell’ultimo gioiello in Rosso, è stato esposto alla Galleria Ferrari. L’erede della F430 è un concentrato di innovazione tecnologica, in simbiosi con le monoposto di Formula 1, e potenza, grazie al nuovo motore 8 cilindri da 570 cavalli che consente di accelerare da 0 a 100 in 3 secondi e 4 e di raggiungere una velocità massima di 325 chilometri all’ora. Direttamente dai Gran premi arriva anche il cambio a doppia frizione con 7 marce che azzera il tempo di cambiata. L’ultimo gioiello di Maranello costerà 197mila euro e potrà essere personalizzato dai clienti nell’ambito del programma One to one. La 458 Italia proietta il Cavallino rampante nel futuro, ma oggi alla Galleria Ferrari gli appassionati hanno potuto anche fare un tuffo nel passato, ammirando le berlinette 8 cilindri più belle, a cominciare dalla 308 Gtb del ’75. E a suggellare il parallelismo tra le monoposto di formula 1 e la nuova gran turismo, l’esposizione era completata da due vetture storiche: la F2007, con cui Kimi Raikkonen ha vinto l’ultimo titolo mondiale piloti e la D50 del 1955, la prima Ferrari che montava un motore 8 cilindri.


Riproduzione riservata © 2018 TRC