in:

Non spaventati né remissivi: L’Unità, dopo la querela milionaria di Berlusconi, torna all’attacco e comincia la pubblicazione della storia dell’ascesa del premier: lo ha detto, ieri sera, a Ponte Alto, Conchita De Gregorio.

“Quello che non può comprare o corrompere, lo vuole zittire”: non ha usato giri di parole, ieri sera, a Modena, Conchita De Gregorio, il direttore de L’Unità, il quotidiano, insieme a Repubblica e ad altri giornali stranieri, a cui gli avvocati del premier Silvio Berlusconi hanno chiesto un maxi-risarcimento per aver raccontato la sua vicenda personale e politica. “Siamo alla vigilia di una stagione cupa” ha rincarato la dose la De Gregorio, molto applaudita dal popolo della Festa. Ma L’Unità non desiste ed anzi proprio da Modena Conchita De Gregorio ha annunciato una nuova iniziativa editoriale. Comincerà a raccontare tutta la storia dell’ascesa prima imprenditoriale e poi politica del premier Berlusconi. Sabato 19 settembre a Roma si terrà una manifestazione nazionale in difesa della libertà di stampa: l’auspicio, ha ribadito al nostro microfono la De Gregorio, è che non sia solo una manifestazione di parte, dei soli giornali di opposizione, ma che coinvolga tutto il mondo della informazione che voglia ancora tenere la “schiena dritta” come aveva raccomandato il presidente della Repubblica.


Riproduzione riservata © 2016 TRC