in:

Sperimentato con successo anche Modena presso la struttura Complessa di malattie dell’apparato respiratorio dell’Azienda Ospedaliero universitaria, un nuovo farmaco efficace contro una malattia polmonare, che a livello mondiale è responsabile di 4 decessi al minuto.

La broncopneumopatia cronica ostruttiva è una malattia polmonare progressiva sotto diagnosticata, potenzialmente fatale: la sperimentazione condotta anche presso la nostra università di un nuovo farmaco particolarmente efficace, apre concrete prospettive di terapia, in grado di migliorare la funzionalità polmonare nei pazienti che ne sono affetti. I risultati della sperimentazione, che ha coinvolto circa 4.500 pazienti in 200 centri, ha visto protagonista anche la nostra università: 40 sono gli ammalati che si sono sottoposti all’assunzione del farmaco, il Roflumilast, sotto la responsabilità del prof Leonardo Fabbri, che ha coordinato l’intero studio con altri colleghi. Il rettore dell’università di Modena Aldo Tomasi ha sottolineato l’importanza della ricerca universitaria, anche se non arrivano i finanziamenti dallo Stato, attesi da 4 anni. Lo studio è stato pubblicato nella prestigiosa rivista scientifica inglese Lancet.


Riproduzione riservata © 2018 TRC