in:

Secondo capitolo nella saga del maxi deposito di gas. A tre anni di distanza, è stato depositato oggi a Roma il nuovo progetto di Erg Rivara Storage. Domani la presentazione alla stampa.

Era il 12 settembre del 2006 quando l’allora società Independent Gas Management fece pubblicare l’avviso di richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale per la realizzazione di un progetto di stoccaggio sotterraneo di gas naturale a Rivara sui quotidiani La Repubblica e Il resto del Carlino. Ma fu con questo pubblico incontro presso un teatro di San Felice gremito in ogni ordine di posto che, per la prima volta, la popolazione della bassa modenese venne a conoscenza nei dettagli di quanto si voleva realizzare sul territorio. Iniziò allora una lunga opposizione: nacquero comitati di cittadini, si mossero le istituzioni locali, mentre le forze politiche presentarono interrogazioni a più livelli. Furono mesi di incontri, di manifestazioni e, in contemporanea, di un lungo ed accurato lavoro da parte della commissione di esperti costituita a livello provinciale e del pool di avvocati richiesto dai Comitati. Fino a quando, il 24 luglio del 2007, la Commissione Via, esaminando il progetto, ne evidenziò le numerose lacune, arrivando a pronunciarsi con un parere interlocutorio negativo. Reduce da questa prima, seppur parziale, sconfitta, la società Independent decise comunque di andare avanti. “Rivara rimane il miglior sito possibile” disse più volte il project manager Enrico Tagliaferri che, a due anni di distanza dalla bocciatura, confermò come la società fosse pronta a presentare un nuovo piano tecnologico. A depositarlo oggi ufficialmente negli uffici romani è Erg Rivara Storage, la società modenese controllata da capitale anglofrancese, ovvero Erg Power e Independent Gas Management. Spetterà alla Commissione Via del Ministero dell’ambiente, che si è riappropriata delle proprie competenze sugli impianti energetici grazie alla correzione del decreto anticrisi voluta dallo stesso ministro Stefania Prestigiacomo, valutare attentamente le nuove linee guida dell’insediamento industriale. Che domani, come tre anni fa accadde con il primo progetto, saranno svelate pubblicamente nel corso di un incontro con la stampa a Confindustria. Nuova commissione della Provincia Oggi Erg Rivara Storage ha presentato all’assessorato all’Ambiente della Provincia di Modena il nuovo progetto per la realizzazione del deposito di gas. La Provincia costituirà nuovamente una commissione tecnica composta da esperti che dovranno effettuare uno studio sul progetto, in particolare sulle ricadute per l’ambiente, il sottosuolo e la sicurezza dei cittadini. L’assessore provinciale Stefano Vaccari sottolinea che le “valutazioni della Provincia sul progetto saranno di natura tecnica e non politica”. Valutazioni che saranno poi parte integrante del parere della commissione di Via nazionale del ministero dell’Ambiente.  


Riproduzione riservata © 2016 TRC