in:

Quasi 700 convocazioni per 300 posti a tempo determinato. Sono gli insegnanti della scuola primaria che questa mattina hanno partecipato all’assegnazione annuale dei posti a disposizione.

Vengono da molte parti d’Italia, per buona parte di loro è un rito che si ripete ogni anno. Se in base alla graduatoria viene assegnato un incarico annuale si sale di punteggio e piano piano si può sperare in un tempo indeterminato. In centinaia questa mattina, nell’aula magna del liceo Muratori, hanno seguito l’assegnazione dei quasi 300 posti disponibili per un periodo di insegnamento nelle scuole primarie della provincia. Precari da anni con la prospettiva di restarlo per molto tempo ancora; vi sono casi in cui l’insegnante precario arriva all’età pensionabile.A Modena c’è bisogno di insegnanti – ci dice l’associazione sindacale che rappresenta i docenti, Gilda – e i tagli voluti dall’attuale Ministro Gelmini presentano già il conto per quanto riguarda i posti a tempo indeterminato: lo scorso anno quelli disponibili per una cattedra sicura erano 241, quest’anno solo 20.


Riproduzione riservata © 2018 TRC