in:

Enti locali promossi in trasparenza. Una ricerca del Sole 24 ore sull’applicazione dei provvedimenti voluti dal Ministro Brunetta evidenzia come l’Emilia Romagna sia una delle poche regioni “in regola” con le nuove disposizione. Bene anche Provincia e Comune.

Prima ha attaccato i fannulloni poi ha messo nel mirino la produttività dei dirigenti delle pubbliche amministrazioni, adesso punta su medici e professori universitari. Tra faccine, per indicare il grado di soddisfazione degli utenti e dati diffusi su internet, il Ministro Brunetta fa sempre parlare di sé, ma la resistenza alle riforme introdotto del Ministero della Funzione Pubblica non mancano. Lo ha dimostrato stamattina un’inchiesta del Sole 24 ore che ha dimostrato come a due mesi dall’introduzione della norma sulla trasparenza che impone alle pubbliche amministrazioni di mettere in rete le informazioni sulle assenze dei dipendenti, gli stipendi e il curriculum vitae dei dirigenti, solo pochissime lo abbiano davvero fatto. Tra i Ministeri promossi solo Funzione Pubblica, e non poteva essere altrimenti, ed Economia; tra le Regioni, Emilia Romagna, Toscana, Liguria e Basilicata, paradossalmente tutte e quattro amministrate dal centrosinistra. Poche anche le Province e i Comuni capoluogo promossi, tra questi i due enti modenesi di Viale Martiri e Piazza Grande. E così, collegandosi ai rispettivi siti internet, i curiosi possono conoscere le retribuzioni 2008 di tutti i dirigenti. Irraggiungibile in vetta, il direttore generale del Comune di Modena e Consigliere d’amministrazione di Hera, Mara Bernardini con oltre 290mila euro, che precede i dirigenti regionali modenesi Luigi Benedetti e Morena Diazzi che tra stipendio base e indennità di risultato hanno sfiorato i 150mila euro. Praticamente appaiati intorno ai 120mila euro complessivi, i segretari generali di Comune e Provincia, Pompeo Nuzzolo e Giovanni Sapienza, e il direttore generale dell’ente di viale Martiri, Onelio Pignatti, preceduti di qualche migliaia di euro da Vincenzo Villani, responsabile dell’avvocatura civile del Comune. Sopra i 100mila euro, nel 2008, anche Roberto Franchini in Regione e Ubaldo Fraulini in Provincia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC