in:

Tecnici comunali, in mattinata, al lavoro sul campanile di San Biagio: sono state rimosse tegole e una grande croce in ferro.

Solo a metà luglio era stata riaperta al culto dopo quasi 20 anni di restauri, oggi i tecnici sono dovuti tornare a intervenire nella Chiesa di San Biagio, edificio di proprietà comunale sulla via Emilia, a Modena. Questa volta, gli operai sono saliti, dribblando cavi, tiranti e linee elettriche, sul campanile. Il forte vento delle settimane scorse aveva, infatti, spostato parte delle tegole sulla torre campanaria, tegole che incombevano ora pericolosamente sulla pubblica via con potenziale rischio per pedoni e ciclisti. In mattinata sono iniziate le operazioni di rimozione. Tra l’altro, una volta arrivati in alto, i tecnici si sono resi conto che anche il basamento della grande croce in ferro era deteriorato e hanno preferito rimuovere il tutto per poterlo restaurare. Lo spostamento del braccio meccanico è, come detto, reso difficoltoso dalla presenza in zona dei cavi elettrici che alimentano i mezzi del trasporto pubblico: è la ragione per cui, anche approfittando del fatto che molti modenesi sono ancora fuori città, è stato deciso di scollegare, in zona, le linee aeree. Le operazioni continueranno pure nella giornata di domani: per la durata dell’intervento in prossimità della chiesa il transito è consentito a una sola corsia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC