in:

Giovedì prossimo, 27 agosto, prende il via la festa nazionale del Partito Democratico sul lavoro. La più grande e la più lunga a livello nazionale.

Una festa per tutti. Quasi un mese dove si alterneranno oltre 50 iniziative politiche, mostre, grandi concerti, spettacoli, danze, giochi; si potrà scegliere fra 21 ristoranti per tutti i palati. Oltre a uno spazio ampio, nel verde, dove poter far giocare i bambini. Tutto questo grazie all’infaticabile lavoro di quasi 2 mila volontari. Intorno al fondamentale articolo della costituzione che ci ricorda che siamo una Repubblica democratica fondata sul lavoro ruoteranno buona parte dei confronti politico – sociali. Si comincia con Cesare Damiano, responsabile lavoro del partito Democratico, il giorno di apertura, il 27. Il Ministro del lavoro del precedente governo Prodi si confronterà poi il 7 settembre l’attuale ministro del Welfare, Maurizio Sacconi e il 15 con Renato Brunetta il 15, Ministro alla Pubblica amministrazione. Seguiranno, tra gli altri, Letta, Veltroni, D’Alema, Finocchiaro, Fassino e Bindi. I candidati alla segreteria nazionale del partito Franceschini, Marino e Bersani saliranno sul palco il 30, 31 e 5 settembre.Ricco anche il programma degli spettacoli e dei concerti. Gli Afterhours faranno da apripista il 28 agosto. E poi, per dirne alcuni, Cristino De Andrè il 2 settembre, Pino Daniele il 9 settembre, Litfiba, Neri Marcorè, Paolo Cevoli e Stadio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC