in:

Danze sotto le stelle, spettacoli comici, ingressi gratuiti a musei, concerti e tuffi in piscina per chi ha deciso di non partire per ferragosto che sarà caldo e assolato.

Chi le vacanze le ha già fatte, chi non le farà proprio. Sarà colpa della crisi economica ma sta di fatto che per questo ferragosto la città sembra tutt’altro che svuotata. Ecco allora qualche suggerimento su come trascorrere il weekend festivo che ci attende.Per chi opterà per un tuffo in piscina domani la Pergolesi offre lezioni di acquagym gratuite per tutti. I musei civici di Modena resteranno aperti ad ingresso gratuito per tutto il fine settimana dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ballo liscio, invece, per la sera ai parchi Ferrari e Divisione Acqui. Al centro Civico di Cittanova spettacolo dialettale, preceduto da un buffet a base di gnocco e tigelle. Domenica 16 al Parco Novi Sad arriveranno le bancarelle del mercato straordinario e del mercato contadino. Ricco il programma di iniziative anche in Provincia. A Palazzo Pio di Carpi si potrà visitare le trecentesca Torre del Passerino, mentre al Rock zone di Villa Sorra concerto con il cantautore carpigiano Giacomo Fusari. Al Barchessone Vecchio di San Martino Spino inaugura proprio domani la mostra fotografica “Sport”, 40 ritratti di famosi sportivi modenesi. A Fiorano prosegue fino al 17 agosto la 161esima fiera di San Rocco con motoraduno, stand gastronomici, visite al Castello di Spezzano e la premiazione del concorso dell’Aceto Balsamico.Inaugura oggi a Maranello la sagra dell’Assunta, organizzata dalla parrocchia di San Biagio con tornei di calcio a 5, una mostra dedicata ad Enzo Ferrari, prodotti enogastronomici e bancarelle.Salendo di quota segnaliamo per domani sera a Serramazzoni musica latino americana per chitarra e clarinetto alla Pieve Romanica a partire dalle ore 21,00. Sempre a Serramazzoni, ma questa sera, viaggio nella memoria con le più belle canzoni della nostra storia proposte dal gruppo Amarcord. A Barigazzo prosegue la tradizionale “Festa dei lamponi” con i piatti tipici della tradizione montanara. Infine a Montefiorino spazio alla sagra di Ferragosto e alla gara podistica per ragazzi fino al 15 anni.Il ferragosto più caldo risale al 1888, con i 35,4% di massima. Quello più piovoso invece c’è stato nel 1881, ferragosto in cui si registrò anche la notte più fredda per un giorno di metà estate. Il rilevatore sul torrione orientale del palazzo Ducale si fermò a 12 gradi. Il più freddo pomeriggio ferragostano risale invece al 1861, con 17,4 gradi di massima. Sono alcune delle curiosità che si possono trovare nel libro scritto dai meteorologi dell’Osservatorio geofisico dell’Università di Modena e Reggio Emilia, basate su 180 anni di rilevazioni climatiche. Quello di domani invece, dicono gli esperti, sarà un banale, caldo ferragosto, con temperature al di sopra della media del periodo, ma ancora in linea. Situazione che resterà stabile domenica. Oggi, in Appennino, sono previsti temporali che avranno il pregio di ripulire l’aria, anche dall’umidità, rendendo anche in pianura la calura più accettabile. Poi, appunto, da domani tornerà padrone l’anticiclone delle Azzorre. “La tipica burrasca che segna la fine dell’estate è ancora lontana – spiega il Luca Lombroso, dell’Osservatorio – bisognerà attendere forse ben oltre il 20 di agosto”. Anche se sono frequenti le precipitazioni a ferragosto, come accaduto lo scorso anno, questa volta sarà di scena il sereno. Le temperature si attesteranno sui 34, 35 gradi in pianura, lontani comunque dal giorno più caldo del 2009, il 17 luglio con bollenti 36,7 gradi. Lombroso sottolinea però come siano già più di 40 i giorni consecutivi in cui le temperature non scendono sotto i 30 gradi. Come sempre, farà più fresco in montagna.


Riproduzione riservata © 2016 TRC