in:

Estate, tempo di vacanze, e tempo di case vuote. Se anche i furti in abitazione, come gli altri reati, sono in calo, in base ai dati del Viminale, questo resta uno dei periodi più a rischio. Ma a volte basta poco per evitare brutte sorprese.

Quando le valigie sono pronte, uno dei crucci di chi sta per partire è cosa troverà al rientro. La casa sottosopra e i preziosi spariti, a volte capita. In realtà, spesso basta poco per evitare rischi inutili. I consigli sono sempre gli stessi: non lasciare messaggi sulle porte o in segreteria telefonica che facciano capire che non siete in casa, e magari per un po’. Se si esce per brevi periodi si può lasciare una luce accesa, per lunghe vacanze meglio coinvolgere i vicini e non solo per tenere gli occhi aperti. Gli amici dirimpettai possono infatti ritirare la posta, in modo che non ci sia un accumulo che chiarisce che la casa è vuota, e magari anche aprire per un po’ gli scuri o accendere la radio. Ricordarsi poi di chiudere bene porte e finestre, vetri e tapparelle compresi, e non contare su nascondigli sicuri: i vasi da fiori, ad esempio, sono i primi in cui i ladri guardano. Meglio, eventualmente, affidarsi alla tecnologia, che ha fatto passi da gigante e che oggi come oggi può offrire soluzioni anche a buon mercato. Esistono infatti i dispositivi per accendere automaticamente in alcuni orari le luci anche quando si è fuori casa, ci sono poi le porte blindate i cui prezzi possono partire anche da 1.200, 1.500 euro. E con cifre analoghe si può pensare anche a un impianto d’allarme di base. Nella sezione antifurto delle pagine gialle si possono trovare le ditte specializzate che possono effettuare un sopralluogo, fare una valutazione del rischio e fornire un preventivo in base alle tipologie della casa, le esigenze e naturalmente le norme, partendo da una protezione delle vie d’accesso fino ai più moderni, sofisticati, ma a quel punto anche costosi, ritrovati tecnologici. L’importante, dicono gli addetti ai lavori, decidere per tempo e non solo poco prima di partire.


Riproduzione riservata © 2018 TRC