in:

Il tema della memoria, e del passaggio alle nuove generazioni, ritorna nel nuovo libro dello storico modenese Claudio Silingardi dedicato a vicende e luoghi alle spalle della Linea Gotica.

E’ impaginato come una guida del Touring, ma gli utenti finali non sono solo i turisti. Lo storico modenese Claudio Silingardi ha appena pubblicato da Artestampa il volume “Alle spalle della linea gotica. Storie, luoghi, musei di guerra e Resistenza in Emilia Romagna”. E’ il risultato di un complesso lavoro di ricerca storico-scientifica, ma anche il frutto di un preciso intento didattico, quello di raccontare in modo rigoroso, ma divulgativo 15 storie esemplari del periodo tra il ’43 e il ’45. Ci sono i sette fratelli Cervi, ma anche i ragazzi di Villa Emma, i partigiani della 36esima brigata Garibaldi Bianconcini attestatisi sulle colline di Imola, ma anche il massacro di civili a Monte Sole.Se le generazioni che hanno vissuto quei fatti non dimenticano, quelle successive non sempre hanno coscienza e conoscenza di quanto è avvenuto. E’ uno dei grandi temi che si ripropongono anche oggi, giorno del 29esimo anniversario della strage di Bologna.


Riproduzione riservata © 2016 TRC