in:

Il tour operator Tdomondo sta fallendo, chi ha comprato un viaggio ora non riesce a partire. Si parla di almeno 5mila clienti rimasti a terra, a Modena già avviate 40 pratiche dallo Sportello sos turista. E c’è chi non riesce a tornare.

Il tour operator di Gallarate, Todomondo, corre veloce verso il fallimento, a causa di una montagna di debiti e la totale assenza di liquidità, nonostante un recente passaggio di proprietà. E a far le spese del crac finanziario sono i turisti: si parla di 5mila persone che hanno comprato un viaggio ma che sono rimaste a terra, perché le spese pagate dai clienti non sono più coperte. E c’è chi è arrivato all’estero ma non riesce ad andare in albergo o a tornare a casa. A Modena lo Sportello sos turista, gestito dalle associazioni di consumatori, ha già avviato una quarantina di pratiche, ma le segnalazioni continuano ad arrivare. Per questo i consulenti ricordano alcuni consigli per poter almeno recuperare quanto speso. Se è saltato il viaggio inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno a Todomondo, richiedendo la restituzione di quanto versato, se siete rimasti bloccati all’estero, una volta rientrati va inviata entro dieci giorni una raccomandata al tour operator e anche all’agenzia viaggi per i danni, anche se sarebbe ancor meglio avviare la pratica direttamente all’estero. Infine, se vi ha lasciato a piedi Myair la raccomandata per i danni va inviata alla linea aerea. In ogni caso, per informazioni è sempre possibile chiamare lo sportello allo 059 2033430 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.


Riproduzione riservata © 2018 TRC