in:

I modenesi pagano tutte le multe e lo fanno nei tempi indicati. Il Sole 24 Ore fa analizza a livello nazionale i “buchi nella riscossione” che da noi non esistono.

E’ possibile che domani scatti una sanatoria sulle multe non pagate dal 2000 al 2004, ma i modenesi, secondo un’indagine del Sole 24 Ore, le contravvenzioni le hanno pagate tutte, come negli anni successivi, fino ad oggi. La percentuale delle multe riscossa è, infatti, pari al 100%. In due anni, dal 2005 al 2007 sono state comminate multe per 20 milioni e 660 mila euro, tutti già nelle casse dell’amministrazione comunale. Situazione molto diversa, in termini di mancata riscossione, per i Comuni di Roma e Napoli, dove “il piatto piange” davvero. I romani devono al Comune oltre 130 milioni di euro, negli ultimi 4 anni. Le somme condonabili superano i 300 milioni di euro. Segue Napoli: solo un terzo paga le multe e alle casse comunali non sono entrati quasi 300milioni di euro in 5 anni. I buchi nelle riscossioni e le forti differenze tra città non sono cosa nuova, ma i dati impressionano sempre. Ogni anno, a livello nazionale, il Tesoro perde 500 milioni di euro, l’arretrato, che potrebbe essere sanato con la manovra di domani è di 1,4 miliardi di euro. Speriamo non passi l’idea che se si aspetta a pagare, soprattutto se si tratta di cifre alte, prima o poi arriva una sanatoria che riduce di molto i soldi che dobbiamo alle istituzioni. Ma da noi, le multe non pagate, passano all’agenzia delle riscossioni, Equitalia Spa che può anche, in caso di lunghi ritardi e di somme importanti bloccare l’auto in proprietà o ipotecare gli immobili, sempre di proprietà.


Riproduzione riservata © 2016 TRC