in:

Gli inquilini del condominio di via del Frassino, ad Albareto, hanno fondato un comitato per opporsi agli sfratti decisi dal Comune. Con le famiglie è sceso in campo anche lo Sportello dei Diritti. La replica dell’assessore.

Con lo slogan “Resistere agli sfratti, difendere i diritti”, scritto a lettere cubitali su uno striscione, è sceso in campo il comitato di via del Frassino, al Albareto. Ne fanno parte gli inquilini del condominio al civico 49, una struttura destinata dal Comune alle emergenze abitative, finita nei giorni scorsi sotto i riflettori per lo sfratto di una famiglia kosovara che ha fatto parecchio rumore. Il problema è che il medesimo provvedimento interessa gran parte delle persone qui residenti che ora si sono coalizzate, italiani e stranieri insieme, per difendere gli alloggi in cui risiedono, alcuni da più di 10 anni. Gli inquilini lamentano inoltre la presenza di topi, scarafaggi e di alcuni pannelli d’amianto conservati, a loro giudizio, in modo non sicuro. Al fianco delle famiglie si è schierato lo Sportello dei Diritti che attraverso Enrico Semprini ha posto l’accento sul clima di insicurezza sociale che, la politica degli sfratti, in questo frangente di crisi, contribuirebbe ad alimentare. “Una città come Modena – ha detto – non può mettere poveri contro poveri”. La replica dell’assessore Maletti“Nessuna guerra tra poveri, solamente il rispetto delle regole”. L’assessore del Comune di Modena Francesca Maletti interviene sulla situazione di via del Frassino. Si tratta di appartamenti affidati ai servizi sociali per le emergenze, ci sono famiglie che risiedono lì da 8 anni. Nel caso specifico – spiega la Maletti – alla famiglia sfrattata è stato proposto un percorso medio lungo per trovare un altro appartamento ad affitto calmierato, perchè in base al reddito non avevano più diritto a stare lì. L’amministrazione comunale si è anche offerta di prendersi a carico parte dei debiti contratti con il Comune e con Hera. Sono stati proposti e rifiutati già otto alloggi. “Non sono stati lasciati senza rete” – conclude l’assessore, ma in questa situazione di crisi sono aumentate le famiglie che chiedono aiuto, molte con redditi più bassi rispetto agli attuali inquilini di via del Frassino.


Riproduzione riservata © 2018 TRC