in:

Verrà presentata ufficialmente lunedì pomeriggio a Modena l’ultima fatica letteraria di Ivano Barberini, presidente dell’Alleanza cooperativa internazionale, deceduto ai primi di maggio: si tratta del volume “Come vola il calabrone”.

Nella prefazione lo stesso Premio Nobel Rita Levi Montalcini riprende la metafora coniata da Ivano Barberini che spiega il titolo del volume: il volo del calabrone è paragonabile alle attività del movimento cooperativo. Secondo le leggi della fisica, l’apertura alare del calabrone non sarebbe conforme al suo peso corporeo eppure riesce a volare in modo efficace. Nella stessa maniera, secondo le leggi dell’economia, l’impresa cooperativa, che non ha finalità di profitto, non potrebbe agire sul mercato, ed, invece, i numeri della cooperazione nel mondo dimostrano come il mettersi insieme per difendere interessi e rispondere a bisogni sia una delle leve utilizzate da tutti i popoli per uscire dalla povertà e vivere e lavorare con dignità. Ebbene ci sarà anche Rita Levi Montalcini alla presentazione del volume “Come vola il calabrone – cooperazione, etica e sviluppo”, ultima fatica letteraria del modenese Ivano Barberini, unico italiano ad aver presieduto l’Alleanza cooperativa internazionale, uscito postumo dopo il decesso dell’autore. La presentazione è parte integrante dell’assemblea dei delegati di Legacoop Emilia Romagna convocata a Modena, al Forum Monzani, per il pomeriggio di lunedì 29 giugno. Paolo Cattabiani, presidente regionale di Legacoop, presenterà la Fondazione “Storia e civiltà della cooperazione”, poi, sulla falsariga del libro di Barberini, si svilupperà il dibattito nel corso di una tavola rotonda coordinata dal direttore de La Stampa Mario Calabresi. A discutere delle tesi sostenute nel libro, e soprattutto del modello cooperativo come istituto fondamentale per uscire dalla crisi, ci saranno la coautrice del libro, la collega di Trc-Telemodena Miriam Accardo, l’ex presidente del Consiglio Giuliano Amato, il docente di storia economica dell’Università Bocconi di Milano Franco Amatori, l’ordinario di sociologia dei consumi dell’Università San Raffaele di Milano Giampaolo Fabris e il presidente nazionale di Legacoop Giuliano Poletti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC