in:

Aumentano alle superiori gli studenti non ammessi all’esame di maturità, in particolare negli istituti professionali. “In alcuni casi ha pesato il voto in condotta”, commenta il provveditore.

Situazione stabile alle scuole medie, giro di vite alle superiori. L’ufficio scolastico provinciale di Modena ha reso noti i dati sull’ammissione agli esami di scuola secondaria. Quasi 6mila gli studenti modenesi scrutinati per l’esame di terza media, ancora in corso: la percentuale degli ammessi sfiora il 95%, “Un dato in linea con gli anni passati” – commenta il provveditore di Modena Gino Malaguti. Spulciando tra i dati, c’è il caso della scuola Berti di Prignano dove all’esame di terza media non è stato ammesso il 20% degli alunni, ma si tratta di soli 4 ragazzi su un totale di 20 frequentanti; o i 31 studenti non ammessi alle scuole Montanari di Mirandola che, in percentuale, rappresentano poco più del 12%. Sono 4.222 i ragazzi ammessi all’esame di maturità che comincia giovedì, anche in questo caso il 95% degli scrutinati. E se per i licei non ci sono grosse novità (alcune scuole come il Muratori, il San Carlo, il Sigonio o il Fermi di Modena hanno ammesso all’esame tutti gli studenti) per gli istituti professionali la percentuale di non ammessi è aumentata: è il caso del Don Magnani di Sassuolo o dello Spallanzani di Castelfranco. In alcuni casi – ha confermato il provveditore – ha pesato il voto in condotta.


Riproduzione riservata © 2016 TRC