in:

Mancano ancora le firme, ma sembra avviata a una conclusione positiva la trattativa per la cessione del 49 per cento delle quote del Modena. L’accordo sembra esserci, l’ufficialità potrebbe arrivare a metà settimana.

Anche l’ultimo tassello pare essere andato al posto giusto. O forse sarebbe meglio dire il penultimo, perché la firma per la cessione del 49 per cento delle quote del Modena ancora non c’è. L’accordo, invece, quello sì, fra chi vuole vendere, cioè l’attuale patron Romano Amadei, e chi invece è pronto a comprare, vale a dire il proprietario della Kerakoll Romano Sghedoni e la Cpl Concordia, appoggiati con piccole quote dall’imprenditore carpigiano Fabrizio Malavasi, dall’avvocato Alberto Lotti e del commercialista Giancarlo Guidi, già oggi al fianco di Amadei. Affare fatto, quindi, nella speranza che da qui a giovedì, quando cioè le parti si incontreranno per la firma, non subentrino nuovi elementi che possano cambiare l’equilibrio. Se l’operazione andrà a buon fine, il futuro del Modena sarà assicurato. Dopo una salvezza incredibile ottenuta da una squadra che a metà campionato era quasi retrocessa, il passaggio delle quote societarie rappresenta un passo altrettanto importante. Perché permetterebbe di rispettare i tempi per l’iscrizione, con la scadenza fissata per il 30 giugno, e di cominciare a lavorare su un progetto tecnico che dovrebbe ruotare attorno alla figura di Fausto Pari come nuovo direttore sportivo. Le fondamenta saranno le conferme di Apolloni, Pinardi e Bruno, poi partirà un lungo lavoro di rinnovamento. Il condizionale è d’obbligo, perché le intenzioni di tutti sembrano buone, ma per il momento siamo soltanto alla fase delle dichiarazioni di intento. La Cpl, contattata dall’amministrazione comunale di Modena, si è detta pronta ad acquisire il 20 per cento, Sghedoni disposto ad arrivare fino al 20 o al 25, il resto spetterebbe ai soci di minoranza. Un’operazione che dovrebbe soddisfare le esigenze di Amadei, che si ritroverebbe sgravato di buona parte del peso economico e lascerebbe ai nuovi partner la gestione sportiva della società. Tutto sembra andare nella direzione giusta, ma le firme ancora non ci sono. E allora in attesa che vengano messi anche gli ultimi puntini sulle “i” ai tifosi del Modena non resta che trattenere il fiato ancora per qualche giorno.


Riproduzione riservata © 2016 TRC