in:

Un asilo nido aziendale, anche se l’azienda in questione è il carcere S.Anna. E’ questa una delle proposte uscite dall’incontro tra il sindaco di Modena Giorgio Pighi e gli agenti di polizia penitenziaria del Sappe.

Un asilo nido aziendale, anche se l’azienda in questione è il carcere S.Anna. E’ questa una delle proposte uscite dall’incontro tra il sindaco di Modena Giorgio Pighi e gli agenti di polizia penitenziaria del Sappe. Il primo cittadino ha ricevuto una delegazione del sindacato in municipio. La realtà del carcere e la drammaticità dei numeri della struttura modenese sono ormai noti a tutti: un agente in turno ogni 80 detenuti, ogni 100 di notte; più di 500 detenuti contro una capienza di 220 e una tolleranza massima di 400. In attesa che il governo intervenga sulla situazione degli organici, a livello locale, l’asilo nido per i figli dei poliziotti penitenziari e la costruzione di nuovi alloggi da destinare alla categoria potrebbero essere in parte delle soluzioni. Il sindacato ha chiesto anche un contributo economico per ripristinare il sistema di videosorveglianza, da tempo fuori uso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC