in:

Celebrazioni oggi per la Festa della Fondazione della Repubblica italiana. Banda cittadina e alzabandiera solenne a Modena; mentre il capo dello Stato Napolitano, in un messaggio, invita ad una “forte coesione sociale e generosità”.

E’ stato celebrata questa mattina in tutta la provincia la Festa della Repubblica. A Modena la banda cittadina ha sfilato per le vie del centro storico, arrivando in Canalgrande sotto al balcone del Palazzo del Principe Foresto, dove si è tenuta, alle dieci, la cerimonia dell’alzabandiera sulle note dell’inno nazionale. Schierato il picchetto d’onore dell’Accademia Militare insieme alle più alte cariche dell’Accademia stessa, dei carabinieri, della polizia, della Guardia di Finanza e dell’amministrazione comunale. Decine di modenesi si sono riuniti per assistere alle celebrazioni, alcuni per curiosità e altri per spirito patriottico. In occasione del 63esimo anniversario della fondazione della Repubblica, il prefetto di Modena Giuseppina Di Rosa ha, inoltre, letto il messaggio del Presidente Giorgio Napolitano indirizzato a tutti i prefetti e a tutti gli italiani. Partendo dal tragico terremoto che ha colpito l’Abruzzo, Napolitano ha sottolineato la solidarietà che ha unito tutta la nazione e ha auspicato che anche la crisi economica possa essere affrontata con “lo stesso spirito di forte coesione e generosità”. In un territorio come il nostro in cui il tessuto imprenditoriale è molto forte risuona, inoltre, fondamentale l’appello del capo dello Stato a “dare un forte impulso all’attività degli sportelli unici per le attività produttive e l’immigrazione”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC